Antifragilità

Forza e antifragilità

Per quanto tu possa sentirti Fragile o vivere nel caos, con casualità e nell’incertezza devi imparare a badare a te stessa/o e a superare le difficoltà senza aspettarti l’aiuto di nessuno.

Cosa significa essere fragili

Fragilità significa rompersi al minimo urto, o cedere alla minima occasione. Quindi indica l’essere danneggiati dalle circostanze difficili. La fragilità non è la Resilienza che è la capacità di un individuo di affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficoltà.

Cosa significa Antifragilità

Nassim Nicholas Taleb ha introdotto il concetto di Antifragilità che significa ottenere benefici e vantaggi dalle difficoltà. Tablet riconosce che il contrario di Fragilità è Antifragilità la quale va al di là della resilienza e della robustezza. Infatti resilienza è resistere agli shock magari rimanendo identico a se stesso; l’antifragilità migliora.

 

Taleb ed il concetto di antifragilità

Taleb mette in luce un altro aspetto che è l’importanza di una certa quantità di caos e di disordine come generatori di vita. Egli infatti evidenzia che dal caos e dal disordine, si possono generare nuove scoperte ed aprire nuovi sentieri sviluppando nella persona nuove capacità e potenzialità che a loro volta portano ad una maggiore sicurezza. Al contrario, se si resta intrappolati nell’eccesso di controllo il rischio è che si produce immobilità e stagnazione con mancanza di sviluppo e questo a sua volta genera sia a livello personale che sociale, maggiore insicurezza

Una citazione di Nietzsche ci dice che “Bisogna avere un caos dentro di sé per generare una stella danzante” che evidenzia l’importanza di abbracciare il caos interiore e utilizzarlo per diventare sé stessi. Tenendo presente che ogni persona ha le risorse dentro di sé per riuscire a ottenere vantaggi dal dolore e dal disordine perché le circostanze complesse spingono a trovare nuove soluzioni, ad agire e a maturare nuove scelte, sviluppando le risorse che permettano di uscire dal tunnel.

Quella che oggi è una Fragilità può diventare una Forza perché può generare opportunità e arricchimento.

 

Articoli correlati: Comunicazione non verbale; inizia dalla postura – Una terapia psicologica riuscitaRabbia impara a ridereImpara ad amartiDistinzione tra fobia ed ansia

 

L’antifragilità apre un nuovo modo di pensare alle difficoltà

e quindi un’opportunità di crescita e di sviluppo. Questo introduce una forte componente di Speranza negli ambiti della cura e di crescita personale. Inoltre pone di fronte la visione di una persona attiva, non passiva, potenzialmente in grado di trarre il meglio dalle circostanze che vive.

Come pensare in un ottica antifragile quando ci si trova in una situazione di difficoltà:

  • La prima cosa da fare è rendersi conto di essere in un momento di fragilità, ammettere a se stessi la situazione di fragilità;
  • Chiedersi poi cosa mi sta insegnando questa circostanza?
  • Che persona sarò una volta superata questa difficoltà?
  • Quali risorse scoprirò di me stesso nell’attraversare questo percorso di difficoltà?
  • Sarà utile agli altri la mia esperienza? Come?

Cosa tenere presente:

  • L’antifragilità può essere un aiuto per pensare in maniera differente alle proprie sfide personali, a ciò che si vive in un dato momento o che si è vissuto in passato.
  • Tenere presente la propria umanità.
  • Non cadere nella trappola dell’eccessivo ottimismo.
  • Non giudicare negativamente se stessi se non si riesce a trarre vantaggio da una circostanza perché talvolta già resistere è difficilissimo

Riassunto: l’antifragilità va oltre la resilienza perché porta alla consapevolezza del miglioramento. L’antifragile apprezza la casualità e l’incertezza, il che significa amare anche gli errori e imparare da essi. L’antifragilità permette di affrontare e accettare situazioni sconosciute, svolgere le cose senza capirle e farle bene perché ci fa capire meglio la fragilità. Cogliendo i meccanismi dell’antifragilità possiamo acquisire strumenti nuovi che ci permettono di guardare con soddisfazione le nostre in