Un bravo psicologo ti direbbe che il primo passo per vivere la propria vita in modo sereno è portare l’attenzione su te stesso. Sei tu il responsabile dei tuoi pensieri che ti fanno vivere il tuo mondo. Inizia a spostare l’attenzione su te stesso. Questo vuol dire iniziare a imparare che i tuoi pensieri ti appartengono e dipende solo da te se tenerli, cambiarli, condividerli o contemplarli.

Tu, e solo tu, controlli i tuoi pensieri.

Quando chiedo ai pazienti chi è la persona più importante per loro, le risposte sono svariate: il coniuge, i figli, i genitori, l’amante ecc.

Pochi sono quelli che mi rispondono IO.

Ci hanno insegnato che la nostra serenità dipende dagli altri, da quello che è fuori dal nostro controllo. Questo è il primo grande sbaglio che ci porta a vivere male.

Io sono la persona più importante, se sono sereno con me stesso, allora tutto e tutti quelli che avranno la fortuna di incrociare la mia strada potranno viversi assieme a me questo stato.

Il primo passo per amare te stesso è amare il tuo corpo.

Quanto ti piace il tuo fisico?

Comincia dalla testa e inizia a chiederti quanto ti piacciono i tuoi capelli, gli occhi, la bocca, i denti e continua con le tue spalle, le braccia, le mani e le dita. Continua a esplorare il tuo corpo e accettalo.

Sei continuamente bombardato da immagini false e manipolate che rappresentano per la società il concetto di bellezza. Capisci d’essere manipolato, sei indotto ad acquistare quel prodotto o quell’altro  Devi essere così, devi avere quell’aspetto per essere attraente, vestirti in un certo modo e pettinarti in un altro. Abbandona questo concetto, allontanati da questi schemi. Impara ad amare e ad apprezzare il tuo fisico. Impara a volerti bene. Questo vuol dire che, se desideri potrai fare una dieta se sei in sovrappeso, puoi farti un taglio nuovo di cappelli o cambiargli il colore. Amare il proprio fisico vuol dire accettare la diversità e l’unicità che ti rappresenta. Esci dall’omologazione. La cerchi perché ti da sicurezza, una sicurezza che non ti rappresenta.

Decidi di amarti.

Amare se stessi, vuol dire accettarsi, poiché sei una persona che si rispetta, perché l’hai deciso tu. Amarsi e accettarsi vuol dire non lamentarsi. Ogni volta che ti stai lamentando per un tuo difetto o una presunta mancanza, fermati e accettala. Lamentarsi è il primo schema cognitivo che devi abbandonare.  

Potresti pensare che amarsi in modo incondizionato ti possa portare all’egomania. Nulla di più sbagliato. Amare se stessi, non vuol dire guardatemi quanto sono bello. Volere che gli altri vedano in noi il bello significa ricercare l’approvazione degli altri. Abbandonare l’approvazione e la conferma altrui (come vedremo più avanti) è fondamentale per perseguire la serenità.

Ecco un elenco di cose che puoi iniziare a fare per aumentare la stima di te stesso.

  • Accetta l’amore altrui, ne sei degno.
  • Se c’è una persona per cui nutri degli autentici sentimenti di affetto, diglielo e fatti le congratulazioni, perché l’hai fatto.
  • Prenditi cura del tuo corpo mangiando bene, muovendoti, non intossicarlo.
  • Cerca delle attività che ti soddisfano, iscriviti a dei corsi a delle associazioni e fai delle attività che ti interessano.
  • Abbandona la gelosia, sia per le cose materiali sia nei confronti delle persone.
  • Abbandona il concetto di successo per arrivare alla serenità. La serenità non si ha con il successo ma solo facendo le cose, si può essere sereni anche dopo un fallimento.
Nel prossimo articolo parlerò del bisogno che abbiamo dell’approvazione altrui.