personalità borderline

Personalità borderline. Quali sono le caratteristiche che contraddistinguono le persone con una personalità borderline?

L’impulsività e l’instabilità emotiva.

Ora potrai pensare che anche tu hai una personalità borderline, perché pensando a te stesso hai ricordato esperienze in cui ti sei comportato in modo impulsivo ed altre in cui hai vissuto una “tempesta” emotiva. Ma per avere una personalità borderline non bastano queste due caratteristiche. Per fare un quadro clinico di una persona non bastano poche informazioni e, molto probabilmente, questo articolo non sarà esaustivo sull’argomento. Nonostante ciò leggendo questo articolo potrai farti una chiara idea della personalità borderline e, magari, potrai riconoscere tra i tuoi amici o parenti una o più persone borderline.

 

Articoli correlati: Meno ansia se impari ad essere flessibileFame emotiva: se la conosci la eviti Cos’è l’autostimaCome gestire le situazioni problematiche 5 consigli per una vita serenaDifferenza tra ansia, angoscia e panico

 

Caratteristiche, atteggiamenti e comportamenti delle personalità borderline.

  • Hanno crisi di rabbia molto forti.

Anche per futili motivi, le personalità borderline si riconoscono perché hanno delle fortissime crisi di rabbia con eloquio e comportamenti alquanto aggressivi. Dopo la scarica “rabbiosa”, anche se ancora rancorose, vorrebbero che il rapporto tornasse nuovamente come prima. Molto difficilmente questo avviene sia perché la persona aggredita non vuole più riallacciare il rapporto, sia perché la stessa persona borderline si vergogna e non sa come riallacciare il rapporto.

  • Non riescono a mettersi in discussione.

Le tipiche frasi che continuano a ripetere sono: “sono fatto così”, “mi dispiace ma non posso farci nulla se mi comporto in questo modo”, “ma è possibile che nessuno mi capisca?”, “non sono io che sbaglio, sono gli altri che non capiscono”. Le personalità borderline non sono capaci di mettersi nei panni degli altri, mancano di empatia, riescono solo a sentire le proprie emozioni e gli altri per loro non esistono.

  • Vivono le emozioni in modo estremo.

Se sono felici sono felicissimi, se sono tristi sono tristissimi. Non esiste un equilibrio emotivo: vengono vissuti solo gli eccessi emotivi. Per sapere cosa stanno vivendo a livello emotivo, devono viverlo solo amplificato altrimenti si perdono in uno stato non ben definito che li porta all’angoscia esistenziale.

  • Cercano esperienze forti in vario modo.

Utilizzano il gioco d’azzardo, l’alimentazione, l’abuso di alcool o di sostanze, il sesso promiscuo con vari partner per sentirsi vivi. Tutto quello che è “normale”, equilibrato non gli interessa perché non li fa sentire vivi e gli crea angoscia esistenziale.

  • Sono manipolatori abilissimi

perché devono avere sempre la sicurezza di non essere soli. Usano il senso di colpa come arma preferita per controllare gli altri. Non di rado minacciano o mettono in atto tentati suicidi che, salvo in rari casi perché qualcosa gli sfugge dal controllo, non si trasformano mai in veri e propri suicidi.

  • Amano tutto quello che ha una connotazione dark,

pessimista, decadente e non di rado si possono riscontrare anche comportamenti autolesionistici. La motivazione che sta alla base di tutto è voler provare dolore perché almeno quello riescono a riconoscerlo ma per far ciò devono tagliarsi altrimenti non provano nulla e l’angoscia li uccide.

La caratteristica principale del borderline è il non capire il proprio mondo emotivo; per questo cercano costantemente di provare “vere” emozioni, ma non riconoscendole o non sapendo gestire quello che provano, entrano in uno stato quasi costante di angoscia.