Meno ansia se impari ad essere flessibile

21 marzo 2016

Ansia e rigidità

L’albero più grande nasce da un piccolo germoglio.
La torre più alta nasce da un mucchietto di terra.
Un viaggio di mille miglia comincia con un passo.

 

Quante volte ti hanno detto: “devi essere forte!”.

E quante volte ti sei sentito poco forte, anzi debole?

Per questo motivo forse ti sei sentito inadeguato o sfiduciato. Nulla di più errato. Ti stavi concentrando su qualcosa di sbagliato, perché la cosa più scorretta era diventare forte, diventare una persona tutta d’un pezzo.

Voglio sfatare un luogo comune: non serve essere forti nella vita ma bisogna essere flessibili. Per riuscire a superare le avversità che la vita prima o poi ti metterà di fronte è meglio essere flessibili e non forti.

Ora puoi fare un semplice esercizio. Immaginati di essere una pianta nel bel mezzo di una burrasca con venti che superano i centoventi chilometri orari. Ti piacerebbe essere un bell’albero alto, forte e grande oppure vorresti affrontare la burrasca essendo una canna di bambù. Di sicuro la canna di bambù flettendosi sotto le raffiche di vento riuscirebbe a non spezzarsi, a non sradicarsi. L’albero alto, robusto e forte rischierebbe di finire lungo disteso sradicato alla prima raffica di vento.

 

Articoli correlati: Vivi ogni giorno come se fosse l’ultimoImpara a non boicottarti -  Crescere provoca ansia…lo sapevi? - Le paure innate dell’essere umano - Parto ed ipnosi. Un’esperienza diretta - Cos’è l’autostima

 

Essere flessibili nella vita vuol dire principalmente essere rilassati. Tutte le volte che vuoi ricordare qualcosa e non te la ricordi, più ti sforzi, più si nasconde. Appena ti rilassi, quasi per incanto, il ricordo riaffiora da solo.

Ora pensa a cosa vuoi imparare a fare ma non ci sei ancora riuscito. Ti sei mai chiesto come mai? Non ci sei riuscito perché non ti senti sicuro e non ti senti abbastanza forte. Abbandona questa idea rigida. Lo schema mentale che ti sta bloccando è uno solo: “solo quando mi sentirò sicuro, lo farò”. Purtroppo non funzioniamo così ma tutto al contrario. Hai imparato a fare tutto quello che sei capace di fare essendo molto insicuro, permettendoti la flessibilità e non la rigidità. Essere insicuri è come essere flessibili. Qualsiasi cosa flessibile si permette di deformarsi e di ritornare nella forma originaria, ma leggermente diversa. È proprio questo cambiamento, anche impercettibile, che ci permette di cambiare, di migliorare. Se accetto le mie insicurezze posso solo migliorami perché mi permetto di provare e di riprovare.

Molti dei miei pazienti mi dicono: “voglio solo che questa ansia passi per iniziare a vivere”.

Nulla di più sbagliato. L’ansia è una reazione psico-fisica causata dalla paura. La paura è l’emozione che ci allontana “dall’oggetto” che ci fa paura. In questo modo se spero che la paura mi passi rimanendo fermo, rimango al palo e l’ansia non passa. Le paure si superano solo muovendosi verso “l’oggetto” che incute paura. Riuscirò a superare le mie ansie solo se imparo ad affrontare le mie paure.