Mindfulness

MINDFULNESS. Abbiamo visto come l’evitamento esperienziale porti sia il dolore per presenza sia il dolore per assenza. Ora vi invito a fare un esercizio di mindfulness per capire quanto siete bravi ad accettare i vostri sentimenti.

Finché non si è capaci a sentire i propri sentimenti spiacevoli, non si può prendersi cura della propria salute.

Esercizio: essere disponibili di rimanere senza fiato.

Prendi un orologio e trovati un posto tranquillo. Come avrai capito dal titolo, l’esercizio consiste nel trattenere il fiato più a lungo possibile.

Mentre stai facendo l’esercizio e il desiderio di respirare diventa sempre più forte, segui le seguenti istruzioni:

  • Nota dove inizia e dove finisce il desiderio di respirare, nel tuo corpo. Localizza esattamente dove senti il desiderio di respirare.
  • Nota se riesci a permettere ai tuoi sentimenti di essere esattamente lì e, allo stesso tempo trattieni il fiato. Semplicemente nota le sensazioni e non respirare. Prendi tutto ciò come una nuova esperienza che di solito non provi.
  • Nota ogni pensiero che sopraggiunge. Stai attento ai pensieri subdoli che ti fanno respirare senza che tu lo voglia. Ricordati che sei tu quello che controlla la tua vita e non viceversa.
  • Nota le altre emozioni e sentimenti che emergono oltre al desiderio di respirare.
  • Sonda il tuo intero corpo e potrai notare che il tuo corpo oltre al desiderio di respirare si vive molte altre emozioni.
  • Continua a trattenere il respiro. Se il desiderio di respirare si fa più forte, immagina di continuare a creare deliberatamente tale impulso. Magari chiudi gli occhi e immagina che sia tu stesso a voler mantenere tale impulso.
  • Prima di iniziare a fare l’esercizio scrivi una o due azioni che puoi fare durante questo esercizio e che potrebbero esserti utili per aumentare la tua consapevolezza sui tuoi sentimenti, pensieri e sensazioni.

Bene! Ora hai tutte le informazioni per fare al meglio questo esercizio.

Sei pronto?

Ora inizia

Fai un bel respiro profondo e trattienilo più che puoi. Quando hai finito scrivi il tempo in secondi.

Ora dopo averlo fatto, rispondi a queste domande.

  1. Com’è stata la tua esperienza, descrivila.
  2. Il disagio di non respirare andava e veniva? Saliva e scendeva?
  3. Come la tua mente ha cercato di persuaderti per farti respirare?
  4. Trovi che questo semplice esercizio ti possa insegnare come affrontare le tue lotte interiori?

Questo semplice esercizio di mindfulness, serve per farci capire quanto importante è l’accettazione dei sentimenti, delle emozioni e degli stati d’animo e quanto poco ci serva l’evitamento esperienziale.

Questo esercizio, ti verrà riproposto più avanti dopo averti insegnato le tecniche di diffusione e di accettazione. Fallo ora per provare di persona come si può cambiare con le tecniche di mindfulness.