ansia e futuro

Sei preoccupato di quello che succederà – bene – stai solo sprecando le tue energie per qualcosa che non puoi controllare; il futuro. In psicologia le capacità di proiezione sono considerate delle competenze. Gli psicologi sanno bene che per realizzare un progetto bisogna prima immaginarselo. Gli stessi psicologi però conoscono l’effetto della profezia che si auto avvera. Viversi il futuro prima che accada non ti serve a nulla, soprattutto se gli dai una connotazione negativa.  Questo schema cognitivo ti porterà solo ansia e inquietudine. Non ci sono problemi, conflitti o dilemmi che puoi risolvere prima che ti si presentino. L’ansia che provi quando ti sposti in avanti lungo la linea del tempo non cambierà un bel niente.

Ti potresti preoccupare per i figli, perché un buon genitore si preoccupa dei propri figli. Del lavoro, perché potresti perderlo, della salute, perché se non ti curi la perdi, dell’economia, perché potresti diventare povero. La lista potrebbe essere infinita e ogni voce avere il suo giusto perché lo stai facendo. Che cosa stai facendo in realtà? Anticipi il futuro e non stai facendo nulla nel presente. Preoccuparsi per quello che potrà succedere ti blocca, crea ansia, e non ti permette di fare realmente ora qualcosa di costruttivo che ti godrai dopo.

A cosa ti serve tutto questo?

  • Pensare al futuro non ti fa vivere le ansie, le inquietudini e le preoccupazioni del presente. Ti deresponsabilizza e ti fa credere che il futuro sia meglio del presente.
  • Ti permette di non correre il rischio di fallire, di sentirti incapace a sistemare ora le cose.
  • Puoi pensare di essere una persona responsabile perché ti prendi a cuore le persone che ami o le cose che stai facendo. Ti stai illudendo di essere un buon padre o una buona madre di essere un buon collega, peccato che sia un paradosso.
  • L’ansia che provi è un’ottima scusa per non fare le cose che dovresti fare. La stai usando come capro espiatorio per il tuo immobilismo.
  • Questo schema mentale ti permette di lavorare solo di testa mentre stai seduto e non di sporcarti le mani.
  • Questo circolo vizioso ti darà sicuramente dei problemi fisici, i quali a loro volta ti permetteranno d’avere delle attenzioni. Certe persone preferiscono farsi compatire piuttosto che star bene.

Che cosa potresti fare per sbarazzarti dell’inquietudine per il futuro?

  • Ricordati che stai evitando di fare ora qualcosa. Capisci cosa stai evitando di fare ora, mentre ti riempi d’ansia per una cosa che immagi accadrà.
  • Fatti costantemente questa domanda mentre vivi l’inquietudine «Riuscirò a cambiare una sola cosa grazie alle mie preoccupazione per il futuro?».
  • Impara a dare un tempo ben stabilito alla tua inquietudine. Potresti dedicargli solo dieci minuti al giorno, viverla intensamente dieci minuti e poi abbandonarla per il resto della giornata. Quando ne senti il bisogno, dai sempre dei tempi prestabiliti e poi abbandonala.
  • Trasforma i pensieri in azioni. Trasferisci le tue ansie in comportamenti, non ti fermare al solo livello cognitivo ma trasferiscilo anche a un livello comportamentale.
  • Se impari a viverti il presente ti accorgerai che devi fare qualcosa altrimenti ti annoierai a morte solo a pensare al qui e ora.