(IAMM) Terrorizzate dai dolori del parto? Ben presto un nuovo sistema potrebbe sostituire terapie farmacologiche come l’epidurale. Si tratta dell’autoipnosi. Sono oltre 800, come riportato sul ‘Daily Mail’ online, le donne che prenderanno parte, nei prossimi 18 mesi, allo studio sull’efficacia dell’autoipnosi durante il parto.

Questo sistema potrebbe ridurre la percentuale di donne sottoposte ad epidurale e dunque dimunuire costi e potenziali rischi a mamma e bambino connessi ai farmaci. Tra l’altro l’epidurale spesso dilata i tempi del parto ed aumenta le probabilità di cesareo.

Si sospetta, inoltre, che possa interferire con l’allattamento e che abbia un legame con la depressione post partum. Lo studio, guidato da Soo Downe, specialista in ostetricia all’Università Central Lancashire, si svolgerà negli ospedali di Blackburn e Burnley. “Ci sono prove del fatto che l’ipnosi funzioni bene in altri settori della salute – afferma Soo Downe – Se i risultati si riveleranno promettenti, procederemo con altre prove. L’intenzione è quella di arrivare ad offrire una formazione gratuita di autoipnosi alle future mamme” per insegnare loro a rilassarsi profondamente, attraverso tecniche di massaggio che stimolano il rilascio di endorfine, gli ‘antidolorifici’ naturali prodotti dal cervello.

Fonte: http://www.italia-news.it/salute-c13/ridurre-i-dolori-del-parto-con-l-%23039-autoipnosi-58396.html

Dott. Giancarlo Ceschi – Psicologo Padova Mestre