I problemi della sfera sessuale che colpiscono indistintamente maschi e donne sono comuni tra tante coppie e singoli. Tuttavia, la maggior parte delle persone crede che essi siano dovuti al momento o alla situazione particolare e le persone si possono comportare in modi diametralmente diversi.

Ci può essere una certa deresponsabilizzazione o una responsabilizzazione eccessiva.

La triste verità è che la maggior parte della gente che soffre di una disfunzione sessuale, vive sensazione di tensione, paura, sensi di colpa e una generalizzata frustrazione nei confronti del partner. La conseguenza di questi stati d’animo è il chiudersi in se stessi e cercare di risolvere il problema da soli in silenzio, con la naturale conseguenza di un inesorabile allontanamento nell’avere un rapporto sessuale.

Tuttavia più una persona cerca di evitare un problema, più il problema diventa grande e ingestibile. La paura del fallimento e l’ansia di prestazione possono causare un continuo e inarrestabile allontanamento dal sesso.

Il sesso viene vissuto come un compito difficile e frustante che ci rievoca solo emozioni negative e un malessere generalizzato. Ed è in questo modo che il subconscio e l’inconscio vi guideranno di pari passo con queste convinzioni e vi creeranno il terreno fertile, per confermare tali sensazione e schemi mentali.

La mente dell’uomo, che in questo preciso momento sta facendo una cosa difficile come leggere è molto più potente dei vostri organi sessuali.

La mente essendo la produzione di un organo molto sofisticato come il cervello, ha delle regole funzionali che le permettono sempre di arrivare alla soluzione dei problemi cercando sempre di sprecare il minor numero di energie e cercando la soluzione più funzionale per noi.

Nel momento preciso in cui una convinzione elaborata dal cervello viene confermata dal mondo esterno attraverso il nostro comportamento, questa viene fissata a una parte del corpo, instaurando quindi anche una memoria fisica. In questo modo la mente agirà sempre in base a tale credenza.

Tutti i controlli delle vostre convinzioni, ricordi ed emozioni corporali saranno gestite da quella parte della vostra mente subconscia ed inconscia. E per quanto vi sforziate a razionalizzare, la mente conscia non ha alcun contatto diretto e alcun potere di cambiamento nei confronti dell’inconscio.

Molto spesso le radici del problema sono legate al subconscio e la componente emotiva all’inconscio.

Che si tratti di inibizione sessuale, mancanza di desiderio, eiaculazione precoce, anorgasmia o vaginismo tutte queste patologie iniziano con un ricordo emozionale ben fissato nella nostra mente con inevitabili ripercussioni sul fisico.

A volte può essere anche qualcosa di banale come l’essere stati scoperti durante una masturbazione, altre volte invece ci possono essere veri e propri traumi come abusi o violenze, oppure la fissazione e il successivo apprendimento dopo la prima esperienza sessuale non soddisfacente la quale viene perpetuate nel tempo, senza dimenticare l’educazione religiosa e morale della famiglia d’appartenenza.

In altre parole una semplice esperienza sessuale per quanto insignificante ci possa sembrare può avere un effetto dannoso sulla nostra vita sessuale.

Qualsiasi sia la causa (eliminando cause fisico-biologiche) l’ipnoterapia può aiutarti a liberare la memoria emozionale e permettiti di godere a pieno delle gioie del sesso.

E’ stato dimostrato in più occasioni che l’ipnositerapia ti può aiutare a scoprire il problema di fondo, attingendo dal vostro inconscio le risorse e le soluzione per sbloccare e rielaborare i nodi emozionali e le esperienze negative. Una volta riconosciuto il problema a livello inconscio è possibile rilasciare ansie e convinzioni che ci limitavano.

In questo modo si può dare all’inconscio la possibilità di creare nuovi schemi mentali e nuove modalità comportamentali.

Giusto per dimostrarvi quanto la vostra mente controlli il vostro corpo vi invito a leggere questo semplice gioco e dopo farlo in un momento di tranquillità e di rilassamento

Trovate un ambiente sereno e calmo, potete restare seduti o mettervi in piedi. Prima di sperimentare questo gioco fate alcuni bei respiri profondi inspirando per il naso ed espirando per la bocca. Iniziate a concentrare la vostro attenzione all’interno di voi stessi e a ogni respiro il vostro corpo inizierà un graduale rilassamento.

Iniziate ad avere una maggiore consapevolezza del vostro corpo sentendo la pressione che provate sotto la pianta dei piedi. Irrigidite i muscoli dei polpacci e lentamente rilassati, fate la stessa cosa con il muscoli delle cosce, con quelli dei glutei, del torace, delle spalle e del collo.

Ora dovreste avere una maggiore consapevolezza del vostro corpo e del vostro mondo interno e tutto quello che fuori da voi è diventato meno importante, e se volete potete anche chiudere gli occhi.

Ora potete con i vostri tempi alzare le braccia parallele al pavimento e voltare i palmi delle mani verso l’alto.

Continuate a mantenere la concentrazione rivolta all’interno di voi stessi e per aiutarvi seguite il respiro.

Ora potete immaginare di tenere con la mano destra un mattone di un chilo e sulla mono sinistra d’avere attaccati decine di palloncini colorati.

Il vostro inconscio vi potrà anche aiutare a vedere i singoli colori di ogni palloncino, sentire la pressione che i fili esercitano sulla mano, sentire la ruvidità del mattone e di vederne la forma puoi anche ascoltare il rumore che i palloncini fanno toccandosi.

Ora prima di riaprire gli occhi puoi anche immaginare…. sentire….. e provare….. che i palloncino attaccati alla mano sinistra siano centinaia e che i mattoni sulla mano destra siano due.

Rimani qualche minuto in questo stato e una volta riaperti gli occhi analizza in maniera coscienti le sensazioni che provi sia nella mano destra sia nella mano sinistra.

Se sperimenti e provi sensazioni di leggerezza nella mano sinistra, di tensione e di pesantezza nella mano destra allora sia già come funziona l’ipnosi e come lavorerà per sbloccarti e riprendere una vita sessuale soddisfacente.

Dr. Ceschi Psicologo  Padova – Mestre