Come uscire da un rapporto conflittuale

Stai vivendo un momento difficile con il tuo partner?

Non ti preoccupare perché un rapporto che non conosce crisi o conflittualità non è un vero rapporto, soprattutto quando parliamo di un rapporto di coppia. Cercare d’evitare i problemi o le discussioni all’interno di una coppia è il più grande errore che si possa commettere. Un rapporto sano non è quello privo di problemi o discussioni ma quello che riesce a superarli e a rendere una discussione un momento di crescita e non di distruzione. Un rapporto di coppia è sano se è vivo, quindi dinamico e non neutro o stabile dove tutto scorre senza alcun cambiamento. La stessa vita è fatta di cicli come la natura e tutto quello che è vivo ha momenti diversi, ma non per questo più belli o più brutti, solo diversi.

Allora perché ricercare un rapporto di coppia che non conosca anche i momenti difficili? Sappiamo che in cinese la parola “crisi” vuol dire opportunità, perché solamente quando siamo costretti a cambiare siamo anche costretti ad apprendere qualcosa di nuovo e solo imparando cosa nuove ci miglioriamo. Questa dinamica vale sia per il singolo sia per la coppia.

 

I fattori di rischio di una coppia sono molteplici ma i principali sono tre:

  • libertà individuale;
  • le aspettative inconsce;
  • i desideri inconsci.

 

La libertà individua  deve essere sempre tenuta in considerazione all’interno di un rapporto di coppia. Molto spesso per mancanza di sicurezza si tende a fare tutto assieme, anche le attività ludiche. Niente di più sbagliato. Un rapporto di coppia non deve essere un rapporto siamese; si deve capire che la coppia si forma e si mantiene in momenti ben precisi e che una coppia è formata da due individui singoli e diversi i quali hanno anche bisogno di esprimersi in modo individuale.

 

Articoli correlati: Marito e moglie: istruzioni per l’uso10 validi motivi per continuare una relazione stabileLe 10 regole del corteggiamento

 

 

Le aspettative relative alla coppia oggi sono notevolmente aumentate rispetto a una volta. Oggi si richiede molto e ci si aspetta anche molto dalla coppia, ma richieste eccessive di sostegno o di comprensione nascondono pretese inconsce di desideri profondi non soddisfatti in fasi di sviluppo ben più arcaiche.

 

Anche i desideri inconsci generati dalla storia personale e familiare del singolo possono mettere a rischio il rapporto, soprattutto quando questi desideri vengono riportati all’interno del rapporto di coppia adulto. Desideri inconsci che non sono stati appagati precedentemente non possono essere appagati nel presente allo stesso modo, ma solo in modo diverso.

 

Riconoscere questi fattori di rischio individuali facilita lo sviluppo personale e aiuta la coppia a stabilizzarsi in una coppia tra persone adulte. Ma non basta. Bisogna anche impegnarsi costantemente e volere una relazione di coppia.

 

Consigli per una relazione di coppia soddisfacente.

 

  • Abbracciatevi spesso. Se hai letto l’articolo sugli abbracci avrai già capito quanto è importante farlo. Cercate il contatto fisico ancora prima di quello intimo e sessuale. Guardatevi negli occhi, osservatevi e mentre lo fate ascoltate le sensazioni che state provando senza razionalizzare ma rimanete con la vostra parte più irrazionale ed emotiva, ascoltatela e accettate quello che il vostro inconscio vi comunica.
  • Uscite dalle routine appena vi accorgete che state facendo sempre le stesse cose. Imparate a fare cose nuove assieme. Questo è un consiglio che vale sia per gli individui singoli sia per le coppie. La monotonia dà sicurezza ma è l’anticamera della crisi di coppia.
  • Impegnatevi a festeggiare i vostri anniversari e ricorrenze. Siete una coppia unica e come tale ponete l’accento e l’attenzione sulla vostra unicità e festeggiatela.
  • Divertitevi, divertitevi e divertitevi. Fate le cose in modo divertente, essere una coppia vuol dire essere felici e giocare assieme all’altro. Chi sa giocare sa anche stare assieme.