DISTURBO AFFETTIVO STAGIONALE

Il disturbo affettivo stagionale (SAD) colpisce più di 25 milioni di americani ogni anno, in Italia abbiamo un’incidenza del 3-5% della popolazione. Ha una incidenza quattro volte superiore nelle donne rispetto agli uomini ed è più comune nella fascia di età 24-40 anni.

Alcuni sintomi sono: confusione mentale, incapacità di concentrarsi, procrastinazione, difficoltà nel compiere piccoli compiti, sentimenti di impotenza, abbuffate di cibo, sonno agitato, basso desiderio sessuale, e un ritiro totale dal mondo. Poi ci sono i sintomi fisici come mal di schiena, dolori articolari e muscolari e mal di testa.

Studi geografici hanno dimostrato che il disturbo è più diffuso al nord. Per esempio, uno studio ha dimostrato che 1,4% della popolazione vicino all’equatore ne soffre, la percentuale aumenta secondo la latitudine fino ad arrivare a una percentuale del 10,2% in Canada.

Il trattamento convenzionale per i malati di SAD consiste nella terapia della luce. Questo trattamento richiede ai pazienti di sedersi davanti a una luce per numerose ore al giorno (a seconda della gravità dei sintomi). Non solo questo trattamento richiede molto tempo, ma ha anche effetti negativi quali: mal di testa, affaticamento, irritabilità, iperattività e insonnia e problemi alla pelle come eruzioni cutanee.

Un altro trattamento convenzionale è la somministrazione di anti-depressivi. Anche questo trattamento ha degli effetti negativi e il successo non ha effetti duraturi. Inoltre i pazienti sono spesso sopra e sotto-dosati a causa delle condizioni del tempo.

L’ipnosi è un trattamento alternativo efficace per chi soffre di SAD. L’ipnosi può essere usata per bilanciare i livelli chimici nel cervello e portarli a un livello coerente con quelli che si trovano nello stesso soggetto durante i mesi estivi o durante le condizioni di luce adeguata. L’ipnoterapeuta può facilitare  visualizzazioni di ambienti pieni di sole e può creare le risposte fisiologiche in linea con l’esposizione al sole reale. Allo stesso modo, l’ipnosi può facilitare gli effetti psicologici connessi con l’esposizione alla luce solare. Le visualizzazioni sono in grado di creare una mentalità simile a quella dei mesi estivi.

Nello stato di ipnosi si possono stabilire obiettivi e dare suggerimenti motivazionali per aiutare il cliente a svolgere vari compiti quotidiani. Nello stato di trance si possono dare indicazioni perché il cliente riposi bene, e migliori le abitudini alimentari.

Con l’ipnosi, i malati di SAD possono sperimentare stati d’animo, pensieri ed emozioni positive indipendenti dalle stagioni e delle condizioni di illuminazione. Aumentare la fiducia e la stima di sé può aiutare il cliente a formare un concetto positivo di sé e instaurare delle prospettive ottimistiche. Attraverso l’uso di queste idee l’ipnoterapeuta può effettivamente facilitare il cliente nella ricerca di felicità interiore e scoprire un bellissimo, splendente, sole interno.

Dott. Giancarlo Ceschi Psicologo Padova Vicenza Mestre   -  Veneto