MALATTIE PSICOSOMATICHE

Come l’ipnosi può essere d’aiuto nella cura delle malattie psicosomatiche

L’ipnosi è definita come “un procedimento durante il quale un operatore sanitario, un medico o uno psicologo suggerisce ad un cliente, paziente, di sperimentare delle esperienze che conducono a dei cambiamenti nelle sensazioni, percezioni, pensieri o comportamenti”.

La moderna ricerca sembra suggerire che l’ipnosi ha un effetto reale sul funzionamento del cervello. L’ipnoterapia può accelerare il rilascio di paure, fobie, e blocchi emotivi dieci volte più intensi di alcuni metodi convenzionali di psicoterapia. Un importante ambito della ipnoterapia riguarda la cura delle malattie  psicosomatiche della pelle dovute a un trauma emotivo.

Sappiamo tutti che la pelle è più sensibile ed è il più grande organo del corpo e come un organo, è completamente controllato dalla nostra mente sub-cosciente.

Per esempio, quando siamo imbarazzati la pelle del viso diventa rossa e non si può produrre lo stesso effetto su base volontaria. Allo stesso modo, la pelle impallidisce quando si prova paura e ansia. La pelle risponde con l’ambiente esterno producendo sudore, brividi e si illumina quando siamo felici, ecc

Come può l’ipnosi aiutare la cura delle malattie psicosomatiche della pelle?

La pelle contiene molti milioni di terminazioni nervose che sono strettamente collegata al cervello. La pelle usa questi stretti legami con il sistema nervoso e reagisce a eventi riflessi ed emotivi. Ciò significa che attraverso l’ipnosi la mente sub-cosciente può essere educata a riprogrammare i segnali che vengono inviati alla pelle.

Quando lo stress nella nostra vita aumenta, e noi cerchiamo di bloccare le difficoltà emotive, la pelle reagisce. Molto spesso non riusciamo ad esprimerlo a parole, allora il linguaggio emozionale può essere espresso da un aspetto di eruzioni cutanee, eczema o di un focolaio di psoriasi. La scoperta chiave sembra essere la capacità del corpo di trasformare le idee intensamente vissute e le fantasie in realtà fisiche. E ‘qui che l’ipnosi può intervenire e contribuisce a curare le malattie della pelle nei pazienti con afflizioni psicosomatiche che non rispondono ad altri approcci più semplici.

L’ipnosi è attualmente una terapia sottoutilizzata in dermatologia. Opportunamente in pazienti selezionati, può diminuire o eliminare i sintomi, e, in alcuni casi, può indurre remissioni durature.

Alcune delle malattie della pelle, dove l’ipnosi ha avuto una buona percentuale di guarigione sono: verruca vulgaris, psoriasi, dermatite atopica, orticaria, acne, alopecia areata, eritrodermia congenita ittiosiforme, dermatite, eritromelalgia, foruncoli, glossodinia, herpes simplex, iperidrosi, ittiosi vulgaris, lichen planus, neurodermatite, dermatite nummulare, nevralgia posterpetica, prurito, rosacea, tricotillomania, vitiligine.

Dott. Giancarlo Ceschi Psicologo Padova  Mestre -  Veneto